Don Bosco. Una storia senza tempo

Don Bosco. Una storia senza tempo

di Renzo Agasso,Domenico Agasso,Domenico jr. Agasso

Per il bicentenario della nascita del "Santo dei giovani" (1815), una nuova biografia scritta "a sei mani" da tre giornalisti maestri del genere biografico. L'avventura di don Bosco, approdato da una cascina del Monferrato alla periferia della Torino neo-industrializzata, si snoda dentro le carceri, nei quartieri poveri, sulle impalcature dei muratori, nei campi da gioco, nei salotti bene e negli uffici dei politici. Con un unico obiettivo: cercare di salvare i ragazzi da ogni degrado, lavorando sulla prevenzione e consegnandoli al mondo come "buoni cristiani e onesti cittadini". I giovani di oggi, come i loro coetanei che l'hanno incontrato, sanno ancora di poter contare sulle parole e sull'amicizia di questo prete davvero "senza tempo" che si definì, un giorno, "uno scherzo della Provvidenza".

Il padre, Francesco, che aveva sposato in seconde nozze Margherita Occhiena, morì quando lui aveva due anni e in casa non mancarono certo le difficoltà anche perché il fratellastro Antonio era. Cliccando sui singoli articoli potete leggere le ultime novità, cliccando sui titoli delle sezioni potete accedere alle relative parti del sito con i relativi archivi. Genitori felici con il sistema di Don Bosco. Educhiamo con lo stile di Don Bosco. Pagine biografiche di storia gay di Giovanni Dall'Orto: don Giovanni Bosco (1815-1888) Giovanni Bosco nacque il 16 agosto 1815 in una modesta cascina dove ora sorge il Tempio di Don Bosco, nella frazione collinare I Becchi di Castelnuovo d'Asti (oggi Castelnuovo Don Bosco), figlio dei contadini Francesco Bosco (1784-1817) e Margherita Occhiena (1788-1856).

È attuale il metodo preventivo di don Bosco. La seconda si trova su un colle panoramico sul sentiero che congiunge Castelnuovo Don Bosco con l'Abbazia di Vezzolano. Genitori felici con il sistema di Don Bosco. Educhiamo con lo stile di Don Bosco. Quanti professionisti sfornati anno dopo anno: tutti cresciuti alla scuola del «santo dei giovani». La seconda si trova su un colle panoramico sul sentiero che congiunge Castelnuovo Don Bosco con l'Abbazia di Vezzolano. La terza è tuttora utilizzata : situata su una collinetta vicino alla località Garesio, appare abbastanza integra nella parte esterna, meno la facciata settecentesca all'interno della quale insiste un porticato costruito all. Pagine biografiche di storia gay di Giovanni Dall'Orto: don Giovanni Bosco (1815-1888) Giovanni Bosco nacque il 16 agosto 1815 in una modesta cascina dove ora sorge il Tempio di Don Bosco, nella frazione collinare I Becchi di Castelnuovo d'Asti (oggi Castelnuovo Don Bosco), figlio dei contadini Francesco Bosco (1784-1817) e Margherita Occhiena (1788-1856). Giovanni è il terzo di tre fratelli: c'è Antonio, più grande di lui di sette anni, nato dal precedente matrimonio del padre, e Gius Giuditta Dembech - Scrittrice, conferenziera, master in meditazione, pensiero positivo, ricerca vite precedenti. Tempo: dalla celebrazione della Risurrezione di Gesù nella Veglia di Pasqua fino alla domenica di Pentecoste, che celebra il dono dello Spirito Santo agli Apostoli e alla Chiesa: 50 giorni. Benvenuti al sito istituzionale della Parrocchia di San Giovanni Bosco a Cinecittà. Don Bosco Borgomanero, cento anni e più di storia.

Don Bosco ci parla di educazione. Divenuto prete nel 1882 e maestro dei novizi, fu inviato in Spagna dove divenne Ispettore e contribuì allo sviluppo dei Salesiani in loco. Quanti professionisti sfornati anno dopo anno: tutti cresciuti alla scuola del «santo dei giovani». Don Bosco ci parla di educazione. Una sera, racconta Don Bosco nella biografia di Domenico, il ragazzo gli chiese di seguirlo in fretta perché c’era “una bell’opera da fare”. E’ quasi mio coetaneo - differenza di un anno - e quasi mio condiscepolo - differenza di un anno - e quasi mio compagno di ordinazione sacerdotale - lo stesso anno, ma a distanza di sei mesi -.