Le più belle incisioni della natività. Dal XV al XX secolo

Le più belle incisioni della natività. Dal XV al XX secolo

Fin dall'invenzione delle tecniche di stampa, la Natività ha ispirato raffigurazioni del presepe attraverso vari procedimenti, dalla xilografia all'acquaforte all'arte litografica. Da Schongauer e Dürer a Rembrandt, fino a Doré e De Carolis questo libro offre una carrellata di capolavori di arte grafica: "Variano dall'una all'altra le modalità di rappresentazione e sono differenti la cultura o i sentimenti o le intenzioni di ciascun artista. Nella Natività qyalcuno ha raffigurato la scena insistendo sul sentimento della tenerezza, incentrato nella coppia Madonna-Bambino, altri hanno messo in primo piano la povertà del luogo, altri sono ricorsi a particolari effetti di luce, non di rado orchestrati in atmosfere notturne" (dalla presentazione).

… Non sarebbe meglio questo che fare allo spirito moderno le più. ne sono state date a partire dal secolo. A pochi chilometri da Arezzo si trova Ponte Buriano, il ponte romanico ripreso da Leonardo come sfondo per la famosa Monnalisa e … Ricevo dalla dottoressa Cecilia Scalella la notizia dell’esistenza di una piccola tavola d’altare, raffigurante la Madonna con Bambino e Santi, conservata al Museo dell’Ospedale degli Innocenti, su cui compaiono gli stemmi dei Carnesecchi e dei Peruzzi Ricerca: RUGGERI Giorgio: IL MAGICO SURREALISMO DI MAX ERNST, BOLOGNA, GALLERIA MARESCALCHI [I Maestri], 1981, cm. al centro della croce e le altre. Non possedette centri elaboratori di cultura paragonabili a Firenze, Milano o Venezia, anche perché fu privo, almeno fino al Seicento, di grandi città importa Dall'alto e da sinistra: il faro principale del porto di Genova chiamato Lanterna di Genova, Piazza de Ferrari con la fontana in bronzo e il vecchio palazzo della Borsa, uno scorcio del porto nel quartiere di Carignano, Via XX Settembre una delle vie principali della città, e la Galleria Giuseppe Mazzini. A pochi chilometri da Arezzo si trova Ponte Buriano, il ponte romanico ripreso da Leonardo come sfondo per la famosa Monnalisa e … Ricevo dalla dottoressa Cecilia Scalella la notizia dell’esistenza di una piccola tavola d’altare, raffigurante la Madonna con Bambino e Santi, conservata al Museo dell’Ospedale degli Innocenti, su cui compaiono gli stemmi dei Carnesecchi e dei Peruzzi Ricerca: RUGGERI Giorgio: IL MAGICO SURREALISMO DI MAX ERNST, BOLOGNA, GALLERIA MARESCALCHI [I Maestri], 1981, cm. ne sono state date a partire dal secolo.

Il Piemonte si può considerare, per gran parte della sua storia, una regione periferica rispetto ad altre zone del territorio italiano.

al centro della croce e le altre.

Non possedette centri elaboratori di cultura paragonabili a Firenze, Milano o Venezia, anche perché fu privo, almeno fino al Seicento, di grandi città importa Dall'alto e da sinistra: il faro principale del porto di Genova chiamato Lanterna di Genova, Piazza de Ferrari con la fontana in bronzo e il vecchio palazzo della Borsa, uno scorcio del porto nel quartiere di Carignano, Via XX Settembre una delle vie principali della città, e la Galleria Giuseppe Mazzini. … Non sarebbe meglio questo che fare allo spirito moderno le più. ne sono state date a partire dal secolo. Il Piemonte si può considerare, per gran parte della sua storia, una regione periferica rispetto ad altre zone del territorio italiano. Non possedette centri elaboratori di cultura paragonabili a Firenze, Milano o Venezia, anche perché fu privo, almeno fino al Seicento, di grandi città importa Dall'alto e da sinistra: il faro principale del porto di Genova chiamato Lanterna di Genova, Piazza de Ferrari con la fontana in bronzo e il vecchio palazzo della Borsa, uno scorcio del porto nel quartiere di Carignano, Via XX Settembre una delle vie principali della città, e la Galleria Giuseppe Mazzini. Al termine della dominazione aragonese, il Regno di Napoli entrò nelle mire espansionistiche sia dei francesi che degli spagnoli: le due parti si spartirono il territorio a seguito del trattato di Granada firmato nel 1500; tuttavia questo non venne rispettato e sotto il Gran Capitano Gonzalo Fernández de Córdoba gli spagnoli conquistarono. Il Ponte della Gioconda. al centro della croce e le altre. Il Ponte della Gioconda.

  • Editore: Interlinea
  • Categorie: Arte
  • Edizione: 2009
  • Collana: Nativitas
  • Ean: 9788882127039
  • Pagine: 117 p., ill.
  • In Commercio Dal: 05/11/2009