Dino Risi. Il sorpasso

Dino Risi. Il sorpasso

di M. Pia Comand

È difficile parlare del "Sorpasso" senza fargli torto. Raccontare dello spessore della leggerezza di Risi senza cadere nella declamatoria che tanto accuratamente il regista ha sempre evitato. Descrivere i sentimenti contraddittori e potenti che si muovono dietro il cinismo goliardico di superficie, occultati dal gusto salace, genuinamente infantile, irresistibile, dello sberleffo. Rintracciare la presenza di un cineasta il cui timor di retorica e sguardo mai compiaciuto di sé tende istintivamente a occultare. Parlare del "Sorpasso" vuol dire produrre una teoria inarrestabile di ossimori. Perché Dino Risi ama i suoi personaggi anche quando sono imperfetti o addirittura sgradevoli e comunque non propriamente politically correct. Così come ama il tempo in cui vive anche se ha intuito, prima di altri, l'imbarbarimento dei costumi e delle emozioni, senza però mai giudicarli, anzi esaltandone paradossalmente i colori vitali.

E ama il cinema senza complessi, rifuggendo con ironia la spocchia d'autore. Eppure Risi è autore, inequivocabilmente, nella capacità del suo "dire per immagini", nella felice ambiguità del suo guardare alle cose. Ed è con la stessa libertà di pensiero (anche critico) che "lI sorpasso" va rivisto, senza pregiudizi teorici né pregiudiziali analitiche.

Con Vittorio Gassman, Jean-Louis Trintignant, Catherine Spaak, Claudio Gora, Luciana Angiolillo. Il sorpasso - Un film di Dino Risi. Il sorpasso - Un film di Dino Risi. Gli anni sessanta consacrano il cinema di Dino Risi, vari critici lo assimilano a Billy Wilder: offre infatti a Sordi un ruolo drammatico in Una vita difficile al fianco di Lea Massari, e rivoluziona la commedia privandola del lieto fine ne Il sorpasso (), la pellicola più indissolubilmente legata al suo nome, antesignana dei road-movie. Una Produzione Bananas srl, in coproduzione con ABC Produzioni, Teatro Arte e Marche Teatro dall'omonimo film di Dino Risi con Luca Di Giovanni e con la partecipazione di Cristiana Vaccaro Le prime scene a venir girate furono proprio quelle che aprono il film: le riprese furono effettivamente realizzate nel periodo di Ferragosto e siccome Risi non aveva ancora scelto l'interprete di Roberto Mariani, usò una controfigura, sia quando il giovane appare alla finestra, sia nella parte iniziale del viaggio, con il transito in Piazza. Con Vittorio Gassman, Jean-Louis Trintignant, Catherine Spaak, Claudio Gora, Luciana Angiolillo. Con Vittorio Gassman, Jean-Louis Trintignant, Catherine Spaak, Claudio Gora, Luciana Angiolillo. Il confronto di due generazioni nel territorio neutro di una giornata di vacanza. Il confronto di due generazioni nel territorio neutro di una giornata di vacanza. Gli anni sessanta consacrano il cinema di Dino Risi, vari critici lo assimilano a Billy Wilder: offre infatti a Sordi un ruolo drammatico in Una vita difficile al fianco di Lea Massari, e rivoluziona la commedia privandola del lieto fine ne Il sorpasso (), la pellicola più indissolubilmente legata al suo nome, antesignana dei road-movie. Una Produzione Bananas srl, in coproduzione con ABC Produzioni, Teatro Arte e Marche Teatro dall'omonimo film di Dino Risi con Luca Di Giovanni e con la partecipazione di Cristiana Vaccaro. Il confronto di due generazioni nel territorio neutro di una giornata di vacanza. Con Vittorio Gassman, Jean-Louis Trintignant, Catherine Spaak, Claudio Gora, Luciana Angiolillo.

Il sorpasso - Un film di Dino Risi. Il confronto di due generazioni nel territorio neutro di una giornata di vacanza. Una Produzione Bananas srl, in coproduzione con ABC Produzioni, Teatro Arte e Marche Teatro dall'omonimo film di Dino Risi con Luca Di Giovanni e con la partecipazione di Cristiana Vaccaro Le prime scene a venir girate furono proprio quelle che aprono il film: le riprese furono effettivamente realizzate nel periodo di Ferragosto e siccome Risi non aveva ancora scelto l'interprete di Roberto Mariani, usò una controfigura, sia quando il giovane appare alla finestra, sia nella parte iniziale del viaggio, con il transito in Piazza. Gli anni sessanta consacrano il cinema di Dino Risi, vari critici lo assimilano a Billy Wilder: offre infatti a Sordi un ruolo drammatico in Una vita difficile al fianco di Lea Massari, e rivoluziona la commedia privandola del lieto fine ne Il sorpasso (), la pellicola più indissolubilmente legata al suo nome, antesignana dei road-movie. Gli anni sessanta consacrano il cinema di Dino Risi, vari critici lo assimilano a Billy Wilder: offre infatti a Sordi un ruolo drammatico in Una vita difficile al fianco di Lea Massari, e rivoluziona la commedia privandola del lieto fine ne Il sorpasso (), la pellicola più indissolubilmente legata al suo nome, antesignana dei road-movie. Il sorpasso - Un film di Dino Risi. Le prime scene a venir girate furono proprio quelle che aprono il film: le riprese furono effettivamente realizzate nel periodo di Ferragosto e siccome Risi non aveva ancora scelto l'interprete di Roberto Mariani, usò una controfigura, sia quando il giovane appare alla finestra, sia nella parte iniziale del viaggio, con il transito in Piazza. Una Produzione Bananas srl, in coproduzione con ABC Produzioni, Teatro Arte e Marche Teatro dall'omonimo film di Dino Risi con Luca Di Giovanni e con la partecipazione di Cristiana Vaccaro Le prime scene a venir girate furono proprio quelle che aprono il film: le riprese furono effettivamente realizzate nel periodo di Ferragosto e siccome Risi non aveva ancora scelto l'interprete di Roberto Mariani, usò una controfigura, sia quando il giovane appare alla finestra, sia nella parte iniziale del viaggio, con il transito in Piazza.